what a Pitti!

Cosa ci fa
un attore a Firenze durante la settimana del Pitti di moda
maschile?
Non ne ho idea.foto 4

 

Perché se non fosse che Mr. Lanzoni di elle.it mi ha
spedito a dare un’occhiata non ci sarebbe alcuna ragione per essere
nella città più soffocante d’Italia a fine giugno. Continua a leggere

Annunci

la mia nuova pELLE

Un lunedì mattina in ufficio.
Oddio… la sensazione è piuttosto strana e un’irritazione cutanea prende il sopravvento, peperone style.
Per uno che ha fatto del vagabondaggio uno stile di vita e dell’errare una condizione quotidiana, l’idea stanziale di una sedia, un computer e una scrivania è quanto meno insolita.

Ok, calmi, non allarmatevi.
Soprattutto tu mamma. Lo so che sei già li con lo champagne in mano pronta a stapparlo al grido di “finalmenteeeee un lavoro vero!!!”…
Mi dispiace deluderti, non ho messo la testa a posto, anzi…
Però sì, cominciò una collaborazione.

L’ufficio iper moderno in questione è quello di uno dei giornali di moda più autorevoli al mondo, Elle Italia.
La mia presenza qui è dovuta alla mia amicizia con Luca Lanzoni, direttore di Elle.it che incontro in giro per il mondo e che nell’ultimo pranzo (eravamo a Cannes se non sbaglio) mi ha proposto una collaborazione.
Un viaggio lungo un’estate raccontato su Elle.it, alla ricerca della bellezza, delle emozioni, delle persone e dei posti che questa vita strampalata mi porta davanti.

Il mio blog non cambia nella sostanza, semplicemente di geolocalizza. Le mie riflessioni saranno contestualizzate in luoghi, eventi, divanoni grigio-blu sparsi per il mondo. Cambio pelle, come è naturale che sia, ma la sostanza rimane quella.
Prima tappa il prossimo weekend a Forte dei Marmi per l’evento ufficiale di inizio estate targato Louis Vuitton.

Siete pronti a cominciare questa avventura insieme…?

elleart

I “Viaggi Stellari” stanno per cominciare….stay tuned su WWW.ELLE.IT

Avevo ragione. (Capitolo 3)

Allo spazio 900 non c’è più spazio.
[youtube
Un orda di ragazzine hanno portato le loro
mamme al concerto di Emma Marrone.
Si perché
la cosa più assurda sono le mamme.

Continua a leggere