il cuore in controluce

Circondato da lucine a intermittenza rimango solo nel mio appartamento.
Gianna Nannini suona, entra nell’anima, come le donne che hanno sofferto sanno fare.


Sento un’apertura, all’altezza del cuore, in mezzo al petto. Sento che tutto fluisce da dentro a fuori. Una sensazione intensa. Non riesco nemmeno a capire se fa bene o male.
I violini di questa canzone mi suggeriscono la risposta.
È comunque un bene. Continua a leggere