I see love.

Ci sono fragilità che si incontrano in un ristorante di Milano e spalancano il grigio di una città troppo di corsa.
Ci sono occhi che si guardano con un’intensità tale che mangiare diventa superfluo, ci si nutre in altro modo.
Il ristorante “Petit” di piccolo ha solo il nome.
Dentro tutto era grande.

A me Viviana è sempre piaciuta. Non sapevo esattamente perché.
Mi è piaciuta dal primo istante, quando l’ho conosciuta subito dopo la sfilata di Alberta Ferretti di cui ero ospite.
Carlo (Mengucci, il pr del gruppo e grande amico) mi disse di aspettare nel suo ufficio che arrivasse l’autista per andare alla cena.
“Ti faccio salire in macchina con una stylist. Ti piacerà”
Carlo ci becca sempre.

Inguainata in un abito di perline di tutti i colori, con fresca abbronzatura brasiliana, bellissima, entra in ufficio al telefono.
È agitata, ma sorridente.
Anche se sembra pronta per il red carpet  dei Golden Globe, lei é al lavoro.
Il mondo della moda in questo è davvero divertente.
Risponde a una decina di chiamate poi si volta:
“Tu sei Paolo, vero? Carlo mi ha detto che devo assolutamente conoscerti”
“Anche a me ha detto la stessa cosa”
“Mi dispiace che mi becchi in un giorno difficile. Sto cambiando tutto nella mia vita e mi fa un po’ di paura” e sorride. Ma sulla faccia quella paura si nasconde nei dettagli e fa capolino.
“Hai fatto la scelta giusta Viviana”

Non so perché gliel’ho detto,non avevo nemmeno idea di quale fosse la scelta, ma lo credevo profondamente.
Ha sorriso. Ho sorriso.
Da quel giorno ci sorridiamo.

Lasciava il nido protetto della sua maestra, della donna che le ha insegnato tutto, che lei profondamente ama e decide di provare a volare da sola. Un salto nel buio.
Credo siano necessari nella vita, fondamentali.

I cambiamenti spaventano, disorientano.
Ma senza di essi rimaniamo piccoli.

foto-1oi

Ci siamo incrociati in questo mesi, ogni volta che i nostri frenetici lavori c’è l’hanno permesso.
Tre giorni fa siamo andati fuori a cena.
Quattro amici, le luci gentili delle candele, vino, brindisi, carezze negli sguardi.
E noi che, con la velocità della luce, aggiorniamo il resoconto delle nostre vite dall’ultimo incrocio delle nostre esistenze.
Poi il discorso entra nel profondo, senza nessuna fatica, nessun pudore.
Le vulnerabilità, le passioni, le paure, le gioie in un mix perfetto.

Le persone che entrano nella mia vita in questo periodo sono perfette.
Perfette per me, per questo mio momento.

Hanno tutte la stessa caratteristica.
Sono nel cambiamento, stanno facendo il salto.
Hanno paura, grandi ostacoli, un cuore enorme.
Si guardano attorno e il mondo appare ostile e minaccioso, sanno che devono combattere.
Ma la loro battaglia si disputa col cuore aperto.
È una battaglia senza un nemico.
Sono vulnerabili e invincibili.
E tutte queste persone sono destinate a vincere.
Ne sono certo.

È l’era del cambiamento. Credo che i Maya ci abbiano preso in pieno.
Il mondo di prima é finito.
Siamo entrati nell’epoca del cuore.
Dove anche per fare carriera nel mondo del lavoro sarà necessario amare gli altri,
dove l’unica ricchezza sarà la condivisione,
dove ci renderemo concretamente conto di quanto ogni singolo essere umano sia strettamente connesso con ogni suo simile sulla terra.
Dove ognuno avrà il suo spazio, sgomitare per farsi largo sarà un inutile perdita di tempo.

L’opportunità di fare questo cambiamento ci viene data ogni giorno, a tutti.
Solo chi accetterà questo rischio farà parte del nuovo mondo.
Solo chi abbraccerà l’unità degli uomini farà ancora parte di questa specie.
Non prendetemi per matto. Oppure sì, fate un po’ voi.
Vi abbraccio comunque.

Non a caso dalla pennetta di canzoni che mi ha regalato Arianna (+) ho preso la prima.
E il titolo dice già tutto. “I see love”. Si vedo proprio questo.

E un abbraccio più grande a Viviana Volpicella (si metto il nome e il cognome) che ogni volta che mi sorride mi fa sentire la persona più amata della terra e che ogni singola volta riesce a stupirmi.
image-2

E io di stupirmi delle cose belle non mi stanco mai.
Advertisements

36 thoughts on “I see love.

  1. Carissimo Paolo,sei una persona unica,esclusiva,fino ad oggi leggendo sul tuo blog,non ho mai trovato parole sconnesse,o quant’altro.
    Da come scrivi e spero che sia veramente tu,sei una persona molto umile,ami te stesso e gli altri.Ti dico,che non ci sono molti ragazzi come te,siete contate come le punte delle nostre dita.
    Sei una persona meravigliosa.
    Concetta.

  2. è sempre bello leggerti… mi chiedo ancora se realmente una persona con una vita “diversa” possa riuscire a cogliere tutto questo.. all’inizio ti scrivevo deridendoti sempre in modo scherzoso.. ma come si suol dire scherzando scherzando… o forse con un pizzico d invidia….ora invece vedo solo una persona speciale.. e spero un giorno solo di poterti incontrare con lo sguardo… questo post mi sembrava scritto per tanti.. anche per me… anche se poi non condivido che il cambiamento sia la forza. . alle volte anche il cambiar ottica ma non cambiare è qualcosa di buono. grazie ancora per condividere la tua scrittura e la tua Vita con le persone che non ti conoscono. un bacio selly

  3. “È una battaglia senza un nemico”, tu scrivi… ma forse un nemico c’è: la nostra paura nel non riuscire, nel pensare di non essere all’altezza, di non farcela…
    Ma la vita stessa è una continua sfida, una scoperta, un’avventura in cui immergersi ogni giorno… Bisogna spingersi sempre un po’ più in la… E combattere per quello in cui si crede “a cuore aperto” porta certamente alla vittoria! La paura non è invincibile!!
    “I cambiamenti spaventano, disorientano. Ma senza di essi rimaniamo piccoli.” Prima o poi bisogna cambiare…o meglio, crescere… Sta a noi decidere in quale momento, quando ci sentiamo pronti… ma una volta preso il volo è tutta un’altra storia.
    Anche io di stupirmi delle cose belle non mi stanco mai: le cose meravigliose e profonde che scrivi e il modo in cui fai vibrare le corde più profonde dei miei pensieri.
    Grazie… 🙂

  4. Condivisione, opportunità, cambiamento, salto…ma anche (soprattutto) cuore sono le parole che sento piu’ affini.
    Leggo questo testo e penso “+” e che sia + per tutti noi che ci amiamo crederci!
    grazie!

  5. troppo sintonizzati in questo periodo…ti mando un pezzetto di cuore. è a forma di stella. perché nel cuore di tutti c’è sempre uno spazio per ciascuno di noi. basta solo riconoscerlo

  6. grazie. perché leggersi nelle parole degli altri è magnifico. così come è magnifico gioire della felicità degli altri. e stanotte la sento tutta la tua. e sono assolutamente felice. senza Se e senza Ma 😉

  7. con il cuore guardi…con la mente ascolti ….con gli occhi ami…
    è questo che mi stupisce di te..il poter mescolare i sensi con i rispettivi organi ma sempre vedere in te un ragazzo pulito ….

  8. Questi cambiamenti sono assolutamente spaventosi a volte. Almeno lo erano per me. Ma da l’anno scorso, da quando ho barato la morte, il mio mondo è cambiato. Completamente. E quando ho aperto di nuovo gli occhi, ho scoperto un mondo che non conoscevo prima. Quel mondo del quale parli anche tu. Oggi, viviamo nel cuore, con il cuore, credo che siamo più vivi che mai. E sai, credo che siamo tutti un po’ pazzi. Ma poi, è una pazzia bellissima. Credo che si chiama la vita.
    Caro Paolo, credo che non smetterai mai di sorprendermi con la tua profondità e la sensibilità con la quale descrivi l’anima umana.
    “E io di stupirmi delle cose belle non mi stanco mai.” completamente d’accordo!
    Abbracci da lontano! 🙂

  9. è sempre bello sapere che anche nei cambiamenti della vita di ognuno di noi il tuo “essere” e il tuo ohmyblog, restano un punto fisso, che stupisce emoziona e fa riflettere… la tua straordinaria esperienza di vita, riesce a riflettere nelle nostre e a farci riflettere e vivere “in compagnia”.

    Ciao stella luminosa e spero veramente di incontrarti presto, visto che spesso sono a roma.

  10. Dolce Paolo, come al solito “leggerti” è un regalo,un caffè bevuto in compagnia,ora vorrei offrirtelo io un caffè. Se non l’hai già visto ti consiglio di guardarti un video su you tube intitolato” Ti dimostro come puoi cambiare la vita”. Lo trovo bellissimo e penso abbia in alcuni versi a che fare col tuo scritto. Un abbraccio!! (a..dimenticavo la tua amica ha un sorriso travolgente:))))))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...